renatus.it


Vai ai contenuti

Riflessioni

Otium

Aforismi
Anonimo
, Ogni sapere viene dall'osservare, dal meditare. Se scrivo o parlo tramando, chi leggerà forse capirà.
Abdulhalik
, Sii presente a ogni respiro. Non fare che la tua attenzione vaghi per la durata di un solo respiro. Ricordati di te stesso sempre e in ogni situazione.
Abdulhalik, Il tuo viaggio è diretto verso la tua terra natia. Ricordati che stai viaggiando dal mondo delle apparenze verso il Mondo della Realtà.
Abdulhalik, Abbi il tuo scopo davanti a te a ogni passo che fai. Tu desideri la libertà e non devi dimenticarlo mai.
Abdulhalik, Solitudine nella folla. In tutta la tua attività diretta all' esterno, resta internamente libero. Impara a non identificare te stesso con una cosa qualunque.
Abdulhalik, Ricordati del tuo Amico, cioè Dio. Fa che la preghiera (zikr) della tua lingua sia la preghiera del tuo cuore (q'alb).
Abdulhalik, Torna a Dio. Non avere altra mira se non di raggiungere la Realtà.
Abdulhalik, Lotta con tutti i pensieri estranei. Tieni la tua mente su ciò che stai facendo, sia esternamente che internamente.
Abdulhalik, Renditi continuamente conto della qualità della Presenza divina. Abituati a riconoscere la Presenza di Dio nel tuo cuore.
Allegoria tradizionale, Colui che pratica solo la devozione è come un cieco che non sa dove andare e nel suo entusiasmo vaga in ogni direzione. Colui che pratica solo la filosofia, d'altro canto, è come un paralitico che, sebbene possa vedere la meta lontana, poiché la sua comprensione rimane solo teorica, non riesce ad avvicinarsi di un solo passo. Comunque, se l'amore e l'energia del devoto si combinano con la saggezza e la discriminazione del filosofo, si può star certi che una tal persona arriverà alla meta.
Bhagavad Gita 12:12, La comprensione è migliore della pratica meccanica. Migliore della comprensione è la meditazione. Ma meglio di tutto è lasciar andare l'ansia per il risultato, perché a questo fa immediatamente seguito la pace.
Hakuin, Che cos'è la vera meditazione? Riassumere tutto - tossire, deglutire, agitare le braccia, muoversi, star fermi, parlare, agire, male e bene, prosperità e onta, guadagno e perdita, giusto e sbagliato - in un solo koan.
Inno Orfico, Rivelerò a coloro ai quali è permesso ma chiuderò la porta ai non iniziati
Louis Claude de Saint-Martin, Aphorismes
Watt Alan, La vita è un gioco, la cui prima regola è far finta che non lo sia.



Koan e storielle
Un giovane, si presentò davanti al maestro, e dichiarò “Vengo da te, perché cerco la liberazione”. ”Chi ti ha incatenato ?”, gli domandò il maestro. “Nessuno” rispose il giovane.” Allora sei già libero”, sentenziò il maestro

Se qualcuno ti mostra la luna, è questa che devi guardare, e non il dito che la indica

Un sacerdote, incontrò un giorno, un maestro zen, e, volendo metterlo in imbarazzo, gli domandò ”Senza parole e senza silenzio, sai dirmi che cos’è la realtà ?” Il maestro gli diede un pugno in faccia.

Un filosofo si recò un giorno da un maestro zen e gli disse: “Sono venuto a informarmi sullo Zen, su quali siano i suoi principi ed i suoi scopi”. “Posso offrirti una tazza di tè?” gli domandò il maestro. Ed incominciò a versare il tè da una teiera. Quando la tazza fu colma, il maestro continuò a versare il liquido, che traboccò. “Ma cosa fai?” sbottò il filosofo. “Non vedi che la tazza è piena?” “Come questa tazza” disse il maestro “anche la tua mente è troppo piena di opinioni e di congetture, perché le si possa versare dentro qualcos’altro. Come posso spiegarti lo Zen, se prima non vuoti la tua tazza?”.

Home Page | Avvertenze | Presentazione | Otium | Antropologia | Dizionari | Filosofia | Libri | Link Siti | Martinismo | Massoneria | Maestri Scuole | Qabalah | Religione | Tecniche | Scrivici | Varie | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu